Argento: vero o falso?

Tendenzialmente quando si acquista un oggetto d'argento in una gioielleria si va sul sicuro, ti affidi alla garanzia del negozio che te l'ha venduto, ovviamente.

Ma se ti trovassi di fronte ad una bancarella, per dire, che vende gioielli spacciandoli per argento, magari di fianco ad altri, esattamente identici ma di bigiotteria, allora come potresti avere la sicurezza al 100% che quello che stai per acquistare sia realmente argento sterling 925?

Come si sa, fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio.

Innanzi tutto devi sapere che l'argento è un elemento chimico versatile. Quello sterling è composto da circa il 92,5% di argento e dal restante 7,5% di rame, ed è più duro dell'argento puro al 100% che invece, è morbido appunto. 

Nel commercio di gioielli è usuale l'utilizzo dello sterling, chiaramente per dare resistenza al prodotto. Quindi da cosa distinguo un anello sterling da uno di mera bigiotteria esattamente identico al primo all'apparenza?

Benissimo, ecco alcuni spunti che ti aiuteranno a capire in poche semplici mosse come riconoscere il vero argento da quello falso (o altro materiale che sia):

1- Cerca il logo.

Cos'è? Semplicemente il timbro 925. Se non è presente, potrebbe essere comunque argento puro, ma proveniente da un Paese che non richiede marchi di sorta. Chi vende argento a livello internazionale lo marca come 925, 900 o 800. Questi numeri indicano la percentuale di argento puro nel pezzo. 925 implica che è composto al 92,5% di argento, 900 o 800 che le percentuali di argento sono rispettivamente 90 e 80, e spesso in questo caso si parla di "argento da conio" perché solitamente è misto a rame.

2- Trova una calamita.

Puoi usarla per testare se il monile in questione ha una reazione magnetica, e sai perché? Perché l'argento non è magnetico! Ricorda che esistono pochi metalli che non si attaccano e che possono essere lavorati per diventare simili all'argento. Quindi questa potrebbe essere un altra skill semplice, veloce ed inusuale, ma sicuramente interessante ed efficace.

 

3- Usa il ghiaccio.

L'argento, anche se non sembra, ha la maggior conduttività termica fra tutti i metalli. Anche questo test è più efficace con monetine e lingotti, meno con i gioielli per via delle loro dimensioni. Sistema il tuo pezzo di ghiaccio sull'argento e non togliergli gli occhi di dosso! Il ghiaccio inizierà a sciogliersi immediatamente come se fosse stato sistemato su qualcosa di caldo, anche se è a temperatura ambiente. Se così è, allora è argento.

 

4- Esegui un test chimico sul tuo oggetto.

Scegli questa soluzione se non c'è stampigliatura (codice 925/800/900 sull'oggetto) e se non hai modo di provare test più semplici (o semplicemente se vuoi essere sicuro al 1000%). Puoi tranquillamente trovare il kit tascabile con le soluzioni apposite su Amazon, ad un costo di circa 10€. Meglio acquistare il kit completo di soluzione e pietra apposita, poiché ti permetterà di capire non solo se il tuo oggetto è d'argento, ma anche se è solamente placcato. Perché? Strofinando l'oggetto sulla superficie della placca, in modo che rilasci un certo quantitativo di argento e versandogli sopra una goccia del liquido in dotazione la macchia prenderà colorazioni diverse a seconda di che materiale l'acido ha rilevato. Segui ovviamente le istruzioni e la scala di colore del tuo test specifico, acne se generalmente la scala è la seguente:

Rosso brillante: argento puro
Rosso scuro: argento 925
Marrone: argento 800
Verde: argento 500
Giallo: piombo o latta
Marrone scuro: ottone
Blu: nickel

    5- Usa la candeggina:

    Mi raccomando attenzione! basta una piccolissima goccia ed inoltre è consigliabile il ricorso a questa tecnica in extrema ratio e non su oggetti o monili di valore. Comunque, se proprio non avete alternative, versate un piccolissimo quantitativo di candeggina sul vostro oggetto (potete anche aiutarvi con un cottonfioc per esempio), se quest'ultimo si macchierà o diventerà nero in quella zona, allora è argento.

    Beh direi che con questi piccoli trucchetti risulterà più faticosi farsi truffare, ad ogni modo, il mio consiglio è quello di comprare argento quanto più possibile da fonti sicure.

    AtlanticaStore

    Lascia un commento

    Ricorda, i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati